Puerto de la Cruz è una bella cittadina sulla costa ovest di Tenerife, alle Canarie.

Lontano dal caos dei villaggi turistici del sud e circondata dalle alture della fertile valle della Orotava, Puerto de la Cruz è stata una delle città più frequentate dai colonizzatori Spagnoli del XVI secolo.

 

La città, dislocata su un pendio, ha sullo sfondo il Teide, il vulcano la cui vetta è la più alta di Spagna. 

Il verde è predominante; le pioggerelle sottili del nord, favorite dagli alisei, i venti che trasportano umidità, ne fanno un posto ideale per la crescita delle piante.

 

 

Viali di palme con piante di ficus e dracene adornano avenidas e vie di città.

Il mare è prorompente, con forti onde oceaniche e l'aria costantemente impregnata di iodio.

Playa de Las Teresitas

 

Le isole Canarie hanno origine vulcanica, non si troveranno quindi spiagge con sabbia chiara e acqua trasparente.

La costa è fiancheggiata da scogli e le poche spiagge sono scure, ad eccezione di alcune realizzate artificialmente con la sabbia delle vicine coste del Sahara, come la Playa de Las Teresitas, nel nord di Tenerife.

A Puerto de la Cruz, per poter godere del mare, oltre alla suggestiva Playa Jardin, di sabbia scura raggiungibile in 10 minuti di camminata dal centro, l’architetto César Manrique creò nel 1977 il grande complesso del Lago Martiànez, una serie enormi piscine di acqua salata e filtrata, punteggiate da fontane, cascate e da una rigogliosa vegetazione.

Il costo per un’intera giornata alle piscine Martiànez è di pochi euro e consente l’uso di tutte le attrezzature e degli spazi presenti.

Lago Martiànez, Puerto de La Cruz

 

La piacevole passeggiata lungo il mare e le piscine Martiànez è costeggiata da numerosi ristoranti con tavolini all’aperto dove poter gustare tapas, sangria e paellas ad uso spagnolo.

Ottima è anche la gastronomia locale che propone piatti a base di pesce e le papas arrugadas, patate bollite con la buccia e accompagnate con la salsa delle Canarie, il mojo

Il mojo possiamo gustarlo in versione verde al prezzemolo, o rosso, piccantissimo al peperoncino.

Loro Parque, Puerto de la Cruz

 

Il centro storico di Puerto de la Cruz è costituito dalla Plaza del Charco, raggiungibile seguendo la passeggiata Calle San Telmo lungo il mare. La bella piazzetta, ombreggiata da alberi di lauro e palme, appare rialzata al centro perché un tempo vi ristagnava l’acqua del mare e la gente del posto andava lì a pescare i gamberetti.

I caffè sono numerosi, così come  i ristoranti e i localini che fanno musica dal vivo.

Loro Parque, Puerto de La Cruz 

 

Un simpatico trenino, sempre in viaggio per il centro di Puerto de la Cruz, conduce al Loro Parque, una delle attrazioni più conosciute di Tenerife.

Molto più di un semplice parco di pappagalli, il Loro Parque è un vero e proprio parco naturale al centro della città, con grandi palmeti e zone popolate da fenicotteri e pinguini.

ll Teide

 

Per escursioni nei dintorni di Puerto de la Cruz, sono da vedere il Parco Nazionale del Teide, sito tutelato dall'Unesco, con il lunare paesaggio de la Caldera de las Cañadas, il territorio che si formò intorno al vulcano dopo l'eruzione che ne frantumò parte del cono. 

Calderas de Las Cañadas

 

Il Pico del Teide, alto 3718 metri, un tempo era venerato dai guanci, la popolazione locale.

Jardin de Aclimataciòn de la Orotava

 

Altre gradevoli escursioni sono quelle alle piantagioni di banane e ai numerosi giardini botanici.

Il più celebre è El Jardin de Aclimataciòn de la Orotava; le specie floreali sono tantissime: alberi del pepe, di mango e caffè, bellissime orchidee e fiori colorati faranno la felicità degli appassionati di botanica.

Il millenario esemplare di Dracena Drago a Icod de Los Vinos

 

Nel paese di Icod de Los Vinos, a pochi chilometri  da Puerto del Cruz, si trova un esemplare millenario di Dracaena Draco, una specie presente sulla terra dall’era dei dinosauri.

Il grande albero, chiamato affettuosamente abuelo, il nonno, misura più di 20 metri di altezza e 10 di perimetro di base, ed è la più grande dracena del mondo e il simbolo delle isole Canarie.

L'età stimata del grande albero si può desumere dalle numerosissime ramificazioni, assai lente nella crescita.

La resina rossa prodotta dalle Dracaena Draco, specie endemica delle isole Canarie, ha molte proprietà curative ed è conosciuta da secoli con il nome di Sangre di Drago.

Altre interessanti escursioni si possono fare a Santa Cruz, la capitale di Tenerife, a San Cristobàl de La Laguna, sito Unesco, e al paesino di La Orotava, in tipico stile spagnolo con edifici storici e chiese barocche.

 

 

Le isole Canarie, situate a pochi chilometri dalle coste africane e poco più a nord del Tropico del Cancro, godono di un clima mite tutto l'anno, con temperature medie che si aggirano sui 25°C in estate e i 19°C in inverno.

Sull'isola ci sono due aeroporti, uno al nord e uno al sud.

La lingua ufficiale parlata è lo Spagnolo.

Luoghiromantici.com

Luoghiromantici.com

Idee per viaggiare