Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

 

La luminosa città di Porto ha un centro storico Patrimonio dell’Umanità dal 1996.

Praça de Gomes Teixeira e Chiesa do Carmo, Porto

Le case colorate della Ribeira, i palazzi rivestiti di ceramiche e le meravigliose chiese ricoperte da azulejos bianchi e blu, rendono la città assai pittoresca.

La facciata rococò della Chiesa do Carmo

Praça do Infante Dom Henrique

Porto si trova nei pressi della costa atlantica, vicino alla foce del fiume Douro, là dove i Romani avevano creato il porto della città di Cale, l’attuale Vila Nova de Gaia. 

Dall’unione fra Portus e Cale è derivato il nome di Portogallo

Chiesa di Santo Ildefonso, Porto 

Porto, il ponte Luís I e Vila Nova de Gaia

Il Ponte Luís I, che oggi unisce i due paesi, fu progettato dall’ingegnere Theophile Seyrig, allievo di Gustave Eiffel. Venne inaugurato nel 1886.

 

Nei pressi del ponte, una funicolare sale fino alla parte alta della città.

Rabelos al porto di Vila Nova de Gaia

Porto vide fiorire la sua economia a partire dal XVIII secolo, grazie al commercio dei vini liquorosi ottenuti dai vigneti della valle del Douro.

 

Passeggiando lungo il Cais, il molo sul Douro, si potranno scorgere alcuni rabelos, le barche che per secoli hanno portato l’uva dalle colline sul Douro alle cantine di Vila Nova de Gaia.

Oggi che sono stati sostituiti da altri mezzi di trasporto, alcune delle tipiche imbarcazioni sono rimaste lì al molo, come attrazione turistica.

Praça da Ribeira, Porto

Praça da Liberdade

La Praça da Liberdade unisce la città vecchia di Porto a quella nuova.

Gli eleganti palazzi furono innalzati a partire dal secolo XIX, quando la città divenne un importante centro finanziario. 

Avenida dos Aliados

Ristoranti, caffè e due stazioni della metropolitana ne fanno un luogo piacevole e ben collegato a tutte le principali attrazioni.

Interni della Stazione di São Bento

A poca  distanza si trova la stazione ferroviaria di São Bento. All'interno il magnifico atrio è interamente decorato da azulejos raffiguranti scene della storia del Portogallo. 

 Dos Congredados

Al suo fianco troviamo la chiesa dos Congredados, anche questa ornata da azulejos

In lontananza, su un colle, si può scorgere la Cattedrale Sé, una grande chiesa-fortezza con un bellissimo chiostro e una loggia decorata nel 1736 dall’architetto italiano Niccolò Nasoni. 

Campanile dos Clerigos

Niccolò Nasoni, che visse a Porto nel secolo XVIII, fece erigere per conto di un nobile portoghese, la chiesa e il campanile dos Clérigos, divenuti  il simbolo della città.

Nativo di San Giovanni Valdarno in Toscana, Nasoni è uno dei massimi esponenti dello stile barocco a Porto.

 

La torre dos Clérigos è raggiungibile salendo dalla Rua Clérigos a lato della Praça da Liberdade.

Lassù, nel punto più alto, ci sono numerosi locali di ritrovo e un gradevole giardinetto sopraelevato.

Libreria Lello e Irmão

Nella strada di fronte, riconoscibile dalle file di persone in attesa per l’entrata, c’è la Libreria Lello e Irmão, biblioteca aperta nel 1906 con gli interni in puro Art Nouveau.

Il locale richiama molti visitatori soprattutto da quando è stato di ispirazione per Joanne Rowling, l’autrice di Harry Potter.

La Rowling vi si recava abitualmente quando risiedeva a Porto e la libreria appare in alcune scene dei film.

Quartiere Ribeira

Passeggiando per le vecchie strade di Porto possiamo scoprire interessanti case decorate e bellissime chiese impreziosite da ceramiche. Una gioia per gli amanti della fotografia.

Rua de Santa Catarina

Per chi apprezza tutto questo è consigliabile percorrere la Rua das Flores, via che dalla Stazione scende verso il molo della Ribeira, oppure salire fino a raggiungere l'animata Rua de Santa Caterina

Iglesia de Santo Ildefonso

Nella zona si trovano la bellissima chiesa di Sto.Ildefonso e la piccola Capela das Almas, con pareti esterne raffiguranti i paesaggi delle vite di San Francesco e Santa Caterina da Siena.

Mercato do Bolhao

Da non perdere anche una sosta al Mercato do Bolhão, ottimo luogo per l’acquisto di souvenir e prodotti tipici.

 

Aperto dal 1914, il mercato mantiene la sua aria un po' decadente e pittoresca, con i banchi di baccalà e le cassette piene di frutta e verdura.

Autentica atmosfera portoghese.

Luoghiromantici.com

Luoghiromantici.com

Idee e informazioni per viaggiare