Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

 

La città di Bruxelles, capitale del Belgio e sede del Parlamento Europeo, racchiude un luogo molto romantico: è la Grand Place, una magnifica piazza che è Patrimonio Unesco dal 1998.

 

La Grand Place è universalmente riconosciuta come una delle piazze più belle al mondo.

La sera, con gli antichi palazzi illuminati, l’atmosfera ha qualcosa di magico e surreale. 

 

I documenti storici parlano di un mercato che vi si teneva fin dal 1174.

Il ruolo di piazza del mercato è continuato anche nei secoli successivi e nel 1300 il luogo è divenuto la sede privilegiata per il commercio delle stoffe, i famosi tessuti fiamminghi che arricchirono i mercanti delle Fiandre.

 

 

Lo stesso nome della piazza richiama l’attività principale: Grote Markt, il Mercato Grande. E ancora oggi al mattino la piazza ospita il colorato mercato di fiori.

A Luglio si anima invece con l’Ommegang, una delle più importanti rievocazioni storiche, con più di 1400 comparse in costume.

L'Hotel de Ville, il Municipio

Nella piazza si impone l’Hotel de Ville, il grande municipio che fu edificato fra il 1402 e il 1459. Conserva integri parte della facciata, il portale e l'antica guglia con la statua di San Michele.

 

Lungo il perimetro della Grand Place troviamo palazzi nobiliari e le Case delle Corporazioni. Erano quelle dei Merciai, dei Panettieri, dei Battellieri.

Furono edificate in pietra a partire dal 1695, dopo gli attacchi da parte degli eserciti francesi di Luigi XIV che avevano distrutto le originarie in legno.

L’architettura è in stile gotico, reinterpretato secondo il gusto fiammingo, il cosiddetto Gotico Brabantino.

 

 

Al numero 7 c'era la sede della potente corporazione dei merciai.

La statua dorata di una volpe (Le Renard), sopra l'ingresso, raffigura l'antico nome del palazzo.

 

Al numero 9 troviamo Le Cygne (Il Cigno), dimora privata e in seguito acquistata dalla corporazione dei macellai.

Divenne poi un caffè, dove Karl Marx si riuniva con il partito operaio tedesco.

 

Sul lato opposto al Municipio si trova la Maison du Roi. 

Il palazzo, ristrutturato nel 1800, oggi ospita il Museo della Città di Bruxelles.

 

A pochi passi dalla Grand Place ci sono Les Galeries Saint Hubert, piene di negozi d’epoca e storiche cioccolaterie.

Realizzata nel 1847, fu la prima galleria commerciale d'Europa; in alto ha una bella copertura in vetro.

 

Nella piazza e nei vicoli dei dintorni troveremo molti locali dove gustare le specialità belghe. Rue des Bouchers è una via nota per i numerosi ristoranti e la varietà di cibi offerta.

Le cialde e il cioccolato sono alcuni dei piatti più famosi, insieme con cozze e patatine fritte. 

 

Rue des Bouchers

Cozze e patatine (Moules-frites) una sorta di piatto nazionale

 

Molto carina è anche la zona nei dintorni della Place Sainte-Catherine; qui si troveranno deliziosi ristoranti specializzati nella cucina del pesce.

Il Palazzo Reale

Nei mesi estivi nella Place des Palais è visitabile il Palazzo Reale, facilmente raggiungibile dalla Grand Place e dalla Stazione Centrale.

Ricco di magnifiche sale, viene utilizzato dalla famiglia reale solo per le cerimonie ufficiali e gli incontri di Stato

Castello di Laeken

La residenza privata del re del Belgio si trova invece nel castello di Laeken, nei sobborghi di Bruxelles.

 

Al Castello di Laeken ogni anno a primavera, per un periodo di tre settimane, si possono visitare le serre reali, magnifici edifici in vetro e ferro precursori dell'art nouveau.

Furono progettate da Alphonse Balat, l'architetto preferito da Leopoldo II e maestro di Victor Horta.

Royal Greenhouses of Laeken

Il museo degli strumenti musicali nella splendida sede di un edificio liberty

Horta viene considerato il padre dell'Art Nouveau. Dallo stile eclettico egli diede vita a qualcosa di completamente nuovo, caratterizzato da curve, decori, uso di ferro e vetro.

La città presenta molti edifici in questo stile.

L'apice dell'arte di Horta fu la sua stessa casa, che oggi è diventata un museo e al pomeriggio si può visitare.

Royal Greenhouses of Laeken 

Un’escursione da non perdere se siamo a Bruxelles, è la visita a Bruges, raggiungibile in circa un’ora dalla città.

Luoghiromantici.com

Luoghiromantici.com

Idee per viaggiare