Il canale Damnoen Saduak collega il fiume Tha Chin con il fiume Mae Klong ed è noto per ospitare un mercato galleggiante molto famoso in Thailandia.

Piccolo mercato a Thonburi, Bangkok

 

La Tahilandia è una regione ricchissima di fiumi e canali, e lo scambio merci su barca era molto diffuso fino a qualche decennio fa, perfino nella capitale. Oggi i mercati galleggianti a Bangkok si sono ridotti a poche barchette nella zona di Thonburi o nelle campagne fra laghetti e risaie.

 

Il mercato di Damnoen Saduak ha origini molto antiche e, grazie all’interesse dei visitatori, si è potuto mantenere vivo nel tempo.

Considerarlo troppo turistico sarebbe un errore: il mercato si è adeguato alla tipologia di acquirenti che ogni giorno lo frequentano, ma ci sono ancora le signore con i  cappelloni di paglia che cucinano a bordo spuntini veloci e poi, alla fine della mattinata, se ne ritornano a casa vogando in direzione delle loro palafitte.

Molti degli ambulanti infatti, vivono là, nelle campagne dei dintorni del canale, in capanne di legno con l’orticello a fianco e le galline nei pollai sotto le palafitte.

 

A Damnoen gli oggetti in vendita sono svariati: si va dalla  frutta e verdura, all'abbigliamento e all'artigianato Thai.

I prezzi si possono contrattare, in quanto i venditori sono soliti partire anche assai alto per poi ridimensionarsi. 

 

A  Damnoen Saduak si può fare un giro a piedi fra le bancarelle, oppure salire su una canoa e farsi portare lungo il canale.

I venditori cercheranno di agganciare la vostra barca con lunghi pali, nella speranza di vendervi qualcosa. Niente paura però, basta rifiutare gentilmente e se non siamo interessati non insisteranno.

Se siete a Bangkok per qualche giorno, arrivare fino a qua ne vale la pena. E' bene partire presto, in quanto la località dista circa 1 ora e mezza/due di viaggio, e come tutti i mercati, inizia all’alba e termina presto. 

Bangkok

Bangkok

I templi, la storia, i luoghi da vedere