Populonia era l’unica delle dodici città etrusche della Dodecapoli a sorgere sul mare.

 

Il luogo si trova sulla costa toscana, nel bel promontorio fra il golfo di Baratti e la città di Piombino.

 

L'importanza di Populonia era dovuta alla produzione del vino e alla lavorazione dei metalli, in particolare il ferro, che veniva estratto dall’Isola d’Elba e trasportato nel porto di Baratti dove veniva trasformato e rivenduto ai popoli del Mediterraneo.

Residui degli antichi forni metallurgici sulla spiaggia di Baratti

Le scorie ferrose formavano colline di residui che ricoprivano interamente l'area a ridosso del golfo. Gli scavi hanno portato alla luce numerosi reperti e le necropoli.

Questo ci fa immaginare l'enorme produzione dell'epoca.

Mura etrusche a Populonia 

In basso c'erano quindi la zona industriale e le necropoli, in alto sul promontorio, l’Acropoli.

Baratti, ruderi  sul mare

Sulla spiaggia di Baratti sono rimasti molti resti delle antiche lavorazioni, che si sono protratte dal periodo etrusco fino all'epoca romano imperiale.

Nel primo medioevo iniziò una manifattura per la salagione del pesce.

Area archeologica

Recenti scavi sull'Acropoli hanno portato alla luce resti di terme e abitazioni di epoca romana.

 

Nel 570 d.C. la città fu distrutta dai Longobardi e la popolazione si rifugiò sull'Isola d'Elba. Fra i superstiti ci fu anche il vescovo Cerbone, divenuto poi santo, il quale volle che il suo corpo fosse riportato a Populonia dopo la sua morte. L'approdo avvenne nel luogo in cui fu edificata la chiesetta dedicata appunto a San Cerbone, nel golfo di Baratti.

Chiesa di San Cerbone

Nell'809 d.C Populonia subì fu un altro terribile saccheggio da parte dei pirati Saraceni, cosa che indusse i vescovi a spostare la loro Diocesi a Massa Marittima, nell'entroterra. A San Cerbone sarà dedicato il bellissimo Duomo della città.

 

Il borgo di Populonia conserva parti delle vecchie mura di origine etrusca ed è circondato da torri di difesa costruite nel XV secolo dagli Appiano, i Signori di Piombino.

Lo stemma sulla porta raffigura il drago alato, uno dei simboli della famiglia.

 

All’interno del villaggio ci sono qualche taverna e diversi negozi di artigianato.

Negozi di artigianato a Populonia

 

Il panorama sul mare è bellissimo. Dalla piazzetta della chiesa si può salire sui bastioni per ammirarne l'immensità.

 

Al centro del borgo merita una visita il piccolo museo Gasparri, dove sono raccolti parte dei reperti rinvenuti sul fondo marino e durante gli scavi. Altra parte considerevole si trova al museo archeologico della vicina Piombino.

 

Veduta del golfo di Baratti dalle mura etrusche di Populonia

" Populonia sorge su un alto promontorio a precipizio sul mare; anch'essa, come Volterra, sostenne un assedio press'a poco nello stesso periodo... Ora tuttavia, non è che un piccolo centro del tutto abbandonato..."

Dalla descrizione di Strabone in visita a Populonia durante il regno di Augusto

Il golfo di Baratti

Il golfo di Baratti

Natura, storia e mare in Toscana

Piombino

Piombino

Una città da scoprire

Massa Marittima

Massa Marittima

La nobile cittadina della Maremma grossetana

Torna alla Home di Luoghiromantici.com

Torna alla Home di Luoghiromantici.com

Idee e informazioni per viaggiare