Piazza Santa Croce, Firenze

 

Il quartiere di Santa Croce a Firenze, si trova nei pressi di Piazza della Signoria.

La zona, un tempo percorsa da alcune diramazioni del fiume Arno, fu bonificata nel corso del 1300.

Vi si erano stabiliti i frati francescani, che agli inizi del 1200 avevano cominciato a costruire la Basilica grazie alle donazioni di alcune ricche famiglie fiorentine.

Palazzo dell'Antella

 

Nel Rinascimento la grande piazza antistante la chiesa divenne il luogo per gli spettacoli e i tornei.

Nel 1469 vi si tennero i festeggiamenti per il fidanzamento di Lorenzo il Magnifico con Clarice Orsini.

La piazza fu anche il teatro della giostra di Giuliano dei Medici, fratello di Lorenzo, in onore della bella Simonetta Cattaneo, musa ispiratrice del Botticelli.

L'evento è documentato dal poemetto Stanze per la giostra, scritto dal Poliziano, il poeta toscano riconosciuto come il più grande del Rinascimento.

Il luogo era adibito essenzialmente alle partite di Calcio.

Celebre fu la disputa giocata in segno di sfida nel Febbraio del 1530 da parte di 54 nobili fiorentini mentre infuriava l'assedio degli Spagnoli (leggi gli eventi su Wikipedia).

 

L'area di gioco era delimitata da transenne in legno e la metà del campo era segnata da dischi di marmo osservabili sulle facciate dei palazzi.

Nel 1700 le transenne furono sostituite dalle attuali panchine in pietra serena.

Ancora oggi, nel mese di Giugno, in piazza Santa Croce si tiene un torneo di Calcio Storico in Costume.

 

Monumento a Dante Alighieri, Piazza Santa Croce

 

La Basilica di Santa Croce, di origini alto medievali, è rivestita da una facciata in marmo neogotica, realizzata nel 1800.

All'interno ci sono i sepolcri di Michelangelo, Galileo Galilei, l’Alberti, Donatello, Ugo Foscolo.

Sulla sinistra si trovano il chiostro con la Cappella dei Pazzi disegnata dal Brunelleschi. 

Sul sagrato della Chiesa c'è il monumento dedicato a Dante Alighieri, nato a Firenze nel 1265.

Badia Fiorentina, il chiostro

 

L'Alighieri, figlio di una famiglia della piccola nobiltà fiorentina, nacque in un palazzo poco distante da Santa Croce, all'ombra della Badia Fiorentina, vicino al Bargello, l'antica sede del Capitano del Popolo allora in costruzione.

Chiesa di Santa Margherita De' Cerchi

 

La casa, in parte riadattata e identificata fra i possedimenti degli Alighieri, sembra essere quella del vicoletto di Santa Margherita, con a pochi passi la chiesetta di Santa Margherita de'Cerchi, luogo dove quasi sicuramente il poeta incontrò Beatrice Portinari. 

Qui si trovano infatti i sepolcri del padre della ragazza, Folco Portinari, e di altri membri della famiglia, compresa, probabilmente, la stessa Beatrice.

Vicolo di Santa Margherita e casa di Dante Alighieri

 

Le vie nei dintorni, con numerose case torri appartenute alle famiglie guelfe rivali dei Cerchi e dei Donati, riportano sulle facciate alcuni versi del poeta tratti dalla Divina Commedia.

Nella Badia Fiorentina, che, come dice Dante, scandiva con il rintocco delle sue campane il ritmo delle giornate dei Fiorentini, è sepolto Ugo di Toscana, il Gran Barone del secolo X  che per primo fece la grandezza di Firenze, colui che ispirò all'Alighieri sentimenti di stima tali da collocarlo nel XVI canto del Paradiso. 

La Cappella Pazzi del Brunelleschi a fianco della chiesa di Santa Croce

 

Il quartiere di Santa Croce è caratteristico, pieno di botteghe artigianali e trattorie.

Mercatino di Natale in Piazza Santa Croce

 

Nel periodo natalizio in Piazza Santa Croce si tiene un tradizionale mercatino con prodotti di gastronomia e oggettistica provenienti dal nord Italia ed Europa.

Firenze in breve

Firenze in breve

Tutte le informazioni