Con l'avvento dei Medici, Firenze divenne più festaiola e ogni cerimonia era un pretesto per esibizioni, banchetti e tornei nelle piazze della città.

Panorama dal Giardino Bardini

I Signori di Firenze, erano molto attenti all'alimentazione.

I cuochi della famiglia avevano l'obbligo di cucinare i prodotti tipici della regione e i piatti tradizionali consumati anche dal popolo.

Piazza della Signoria

Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour

Lorenzo il Magnifico era noto per essere piuttosto sobrio ed attento alla genuinità dei cibi. Amava intrattenersi a tavola con gli amici e gustare la selvaggina che proveniva dai suoi boschi e i formaggi fatti nelle numerose fattorie delle quali si occupava anche personalmente.

 

Il Magnifico era solito coinvolgere il popolo nei festeggiamenti.

Nel giugno del 1469, in occasione del matrimonio con Clarice, appartenente al potente casato romano degli Orsini, regalò ai concittadini, tutti i doni alimentari che aveva ricevuto.

David di Donatello, Museo Nazionale del Bargello, Firenze

I festeggiamenti durarono tre giorni, nel corso dei quali furono allestiti banchetti nel cortile del Palazzo Medici, nel quartiere di San Lorenzo.

Coppe di rame colme di vini furono collocate intorno al piedistallo della statua del David di Donatello, che allora si trovava al centro del cortile.

Nel giorno delle nozze furono distribuiti alla popolazione 1500 taglieri con pollo, pesci, dolci e ghiottonerie varie.

Palazzo Medici, il cortile

Piazza Santa Maria Novella

Le cronache toscane fra il 1400 e il 1600, sono dense di avvenimenti importanti festeggiati con sfarzo in città.

Le logge e le piazze venivano addobbate con fiori, tappeti e arazzi. Si allestivano palchi per i musicisti e si preparavano banchetti nei quali i giovani nobili si divertivano a servire i commensali. 

 

Gli stessi Lorenzo e Giuliano dei Medici, servirono vivande al banchetto in onore di Eleonora d’Aragona nel 1473.

 

Nel 1431 l’arrivo a Firenze dell’imperatore di Lussemburgo Sigismondo, costituì un'altra di queste occasioni.

Le cronache di Vespasiano da Bisticci raccontano che la giovane Alessandra, della famiglia dei Bardi, suscitò l’ammirazione di tutti per la grazia nel servire il cibo ai commensali. Portava i vassoi tenendo un tovagliolo sulla spalla "versava il vino dalle brocche e serviva la frutta e i dolci con una tale disinvoltura che sembrava non avesse mai fatto altro”.

 

Per le ragazze aristocratiche questi eventi costituivano una delle rare occasioni in cui potevano mostrarsi in pubblico. Veniva ritenuto disdicevole infatti, perfino affacciarsi alla finestra.

 

Nel 1459, in occasione della visita del papa Pio II, ci fu un altro grande festeggiamento a Firenze. Un cronista dell’epoca polemicamente scrisse Si vide tanta superbia. Ci costò una fortuna”

Piazza di San Pier Maggiore

I matrimoni erano l’occasione ideale per festeggiare e fare sfoggio della ricchezza personale.

L’emergente borghesia, spesso sprovvista di palazzi in grado di ospitare molte persone, festeggiava in strada.

Venivano addobbate le vie limitrofe alle abitazioni e stesi veli in tessuto da casa a casa per riparare dal sole. Si servivano pesci, vitello, pollami, vino e dolci.

I festeggiamenti spesso si protraevano per alcuni giorni.

 

Sembra proprio che sia stato durante uno di questi festeggiamenti che alcuni giovani cavalieri inglesi abbiano cominciato a gridare "Beef steak! Beef steak!" chiedendo pezzi di carne arrostita.

I Fiorentini da allora tramandarono l'episodio italianizzando il termine che divenne "bistecca".

La gente di Firenze, nobiltà e popolo, non erano comunque tradizionalmente propensi ad un uso smodato di carne.

Dopo l'arrivo dei fagioli, importati dall'America del sud a partire dal 1500, ne divennero dei grandi estimatori, tanto che furono poi appellati dai viaggiatori stranieri con il nome di "Fiorentin mangia fagioli".

Il quartiere di San Lorenzo

Il quartiere di San Lorenzo

Scopri la zona di origine dei Medici

Le Ville Medicee

Le Ville Medicee

Patrimonio dell'Umanità dal Giugno 2013

Firenze

Firenze

Tutte le informazioni in breve

Vai alla Home di Luoghiromantici.com

Vai alla Home di Luoghiromantici.com

Idee e informazioni per viaggiare