Sono più di cento i magnifici palazzi sulle sponde del Canal Grande a Venezia.

Furono costruiti dal XII al XVII secolo in stili che vanno dal bizantino, al gotico, al rinascimentale. L’insieme è armonico e spettacolare.

Da sinistra: Palazzi Ca'Loredan e Ca' Farsetti 

 

I palazzi più antichi si riconoscono dal loggiato a piano terra, che serviva per caricare e scaricare le merci al riparo dalle intemperie.

Un esempio sono i due palazzi municipali Ca’ Loredan Ca’ Farsetti, al ponte di Rialto sulla Riva del Carbon.

Furono costruiti nel XIII secolo. Lo stile dei primi piani è veneto-bizantino, con archi stretti, colonne e capitelli ornati.

I Veneziani subirono molto l’influsso dell’arte bizantina, che ebbero modo di osservare durante i loro viaggi in Oriente.  

I piani superiori furono realizzati successivamente in stile rinascimentale.

Il Canal Grande, fra Palazzo Bembo e Palazzo Vendramin Calergi, Canaletto, particolare, secolo XVIII

I Palazzi Mocenigo

 

In molti dei palazzi veneziani, il piano centrale o piano nobile, era occupato dai saloni di rappresentanza, fra questi  il pòrtego, una sala illuminata da grandi finestroni ad arco.  

I pali da ormeggio, davanti alla porta ad acqua, riportavano i colori e gli stemmi delle casate.

Da sinistra: Palazzo Corner Valmarana e il rinascimentale Palazzo Grimani

Palazzo Ducale, Piazzetta San Marco

Lo stile gotico, il più frequente nei palazzi veneziani,  è rappresentato in modo eccelso dal Palazzo Ducale in Piazza San Marco e dalla Ca’ d’Oro nel sestiere di Dorsoduro, ben  visibile dalla zona di Rialto mercato.

 

Il Palazzo Ducale incanta con la semplicità dei colori delicati e i marmi come merletti.

Da sinistra: Palazzo Giusti e Ca' d'Oro

 

Il gotico, che a Venezia prende un aspetto più floreale, è riconoscibile dagli archi a sesto acuto sormontati da merlature, le finestre divise da colonnine e sovrastanti elementi traforati e decorati con figure geometriche.

L’effetto è leggero e armonioso. La Ca' d'Oro è un esempio molto noto.

Palazzo Vendramin Calergi

Dal 1400 in avanti, sull’onda della Roma papale, si impose il palazzo rinascimentale, che propose forme lineari e monumentali, facciate massicce in marmo, ornate da colonne e cornicioni.

Un esempio di palazzo rinascimentale è il Vendramini-Calergi, sede del Casinò. 

Ca' Pesaro

 

In seguito le forme diventeranno più curve e pompose con lo stile barocco, che possiamo osservare nella Ca’Pesaro e nelle chiese di San Moisè Santa Maria della Salute, la basilica opera di Baldassare Longhena. 

Santa Maria della Salute

 

La chiesa della Salute, costruita dopo l’epidemia di peste del 1600, si trova nel sestiere Dorsoduro nella zona chiamata Punta della Dogana. Se ne ha una bella visuale dalla fermata del vaporetto di San Marco Vallaresso.

Casetta Rossa e Palazzo Corner

Osservando le facciate dei palazzi si potranno notare interessanti particolari come il mosaico di epoca liberty del Palazzo Salviati o la piccola Casina delle Rose, detta anche Casetta Rossa, che fu abitata dal Canova e dal poeta Gabriele d'Annunzio.

Il Vate vi trascorse tutta la convalescenza dopo l'incidente all'occhio e qui scrisse Il Notturno.

Nella Casetta Rossa d'Annunzio riceveva visite e ascoltava estasiato le melodie di alcuni giovani musicisti, fra i quali il pianista Giorgio Levi. Era amorevolmente accudito dalla figlia Renata, chiamata da lui "la Sirenetta", la quale verso sera veniva mandata spesso a dormire al Danieli per ricevere le amanti di turno. Anche la Sirenetta comunque trovò l'amore a Venezia: si fidanzò infatti con Silvio Montanarella, un giovane militare che frequentava la casa.

La Casetta Rossa è facilmente individuabile: si trova vicino al ponte dell’Accademia, proprio a fianco del Palazzo Corner, sede della Prefettura.

Canal Grande

Molti dei palazzi del Canal Grande sono visitabili perchè sede di musei, hotel o uffici comunali.

Ca’ Pesaro ospita il Museo del Tessuto e del  Costume, mentre al Rezzonico c'è il museo del ‘700. All’interno potremo vedere l'arredamento veneziano che ispirò tutta Europa compresa la corte di Versailles: lampadari in vetro, specchi dalla cornice dorata e raffinate opere di ebanisti e vetrai.

Ponte di Rialto

"Trovai facilmente il Ponte di Rialto; esso consiste in un solo arco di marmo bianco. Da quel punto elevato la veduta è grandiosa. Il Canale è popolato di battelli che apportano dalla terraferma quanto occorre alla vita, e qui, soprattutto, approdano e scaricano. Fra i battelli si vedono formicolare le gondole. Specialmente oggi, giorno di San Michele, si ha un colpo d'occhio di un'animazione meravigliosa..." 

da Viaggio in Italia di J.W.Goethe, 29 Settembre 1786

Il Canal Grande dal Ponte di Rialto verso Ca'Foscari, Veduta di Canaletto, secolo XVIII

Informazioni utili

Informazioni utili

Cose da sapere per visitare Venezia

Le gondole

Le gondole

Curiosità sulle tipiche barche veneziane

Venezia

Venezia

Tutte le informazioni in breve