Rothenburg ob der Tauber è una delle cittadine più pittoresche di Germania.  Si trova sulla Strada Romantica, l’itinerario tedesco che unisce città circondate da fortezze, romantici castelli e villaggi dalle case a traliccio.

Sono quasi 400 chilometri che vanno dalle Alpi della Baviera fino alla valle del Meno e i vigneti di Franconia.

 

La cittadina di Rothenburg sul Tauber, ricca di costruzioni antiche e circondata da 3 km  di mura, è un angolo prezioso da non perdere.

Possedimento del Sacro Romano Impero e residenza personale del re Corrado III, nel 1274 divenne  Libera Cittadina Imperiale grazie a Rodolfo I d’Asburgo.  L’aspetto medievale della città si è preservato intatto nei secoli e le conferisce quel fascino inconfondibile dato dalla storia. 

La campagna nei dintorni di Rothenburg

 

 

Visitare Rothenburg e la campagna dei dintorni, ci porterà nel mondo dell’immaginario, in un mondo magico fatto di case dai tetti spioventi e facciate a graticcio, boschi fitti e foreste scure popolate da gnomi e lupi, tutti elementi che spesso compaiono nei racconti dei Grimm.  

I celebri fratelli vissero proprio in questi luoghi e vollero raccogliere le fiabe della tradizione che per secoli erano state tramandate oralmente.

 

I Grimm in Germania  sono riconosciuti come eroi nazionali, in quanto fondatori della Germanistica, la disciplina che studia la letteratura e la lingua tedesca. 

 

Entrando nel centro di Rothenburg ob der Tauber si oltrepassano le antiche porte della fortezza. In molti tratti delle mura c’è un cammino di ronda che può essere percorso per una passeggiata intorno alla città.

Marktplatz, Rothenburg

 

Al centro del  paese  si trova la bellissima Piazza del Mercato (Marktplatz), con il Municipio dalla facciata rinascimentale e le deliziose case medievali fatte ad intelaiatura in legno. 

Marktplaz, mercatini natalizi

 

Le case a graticcio sono una prerogativa tipica dell’architettura dell’Europa centrale. Furono edificate a partire dal Medioevo fino al 1800. Se ne trovano soprattutto in Germania, in Svizzera e nell’Alsazia francese. Le costruzioni venivano realizzate con strutture portanti in pietra e grosse travi di legno. Gli interstizi erano poi riempiti con argilla, sabbia o mattoni. Le travi disposte in facciata avevano spesso dei significati e potevano indicare il numero dei figli della famiglia o altre informazioni. Travi più piccole venivano poste a mo’ di puntone per collegare la costruzione e spesso si aggiungevano decorazioni fatte di torrette, balconate, motivi geometrici o figure a sfondo religioso.

Case a graticcio a Rothenburg ob der Tauber

 

Cadute in disuso durante il Rinascimento, le case a graticcio vennero poi riscoperte dal Romanticismo del 1800, che vide il ripristino di numerose costruzioni portando di nuovo a vista le antiche facciate che erano state ricoperte da intonaco.

A Rothenburg le case a graticcio sono tantissime; nella Marktplatz se ne possono ammirare due begli esempi:  l’ex casa del Cacciatore, oggi farmacia di S.Maria, e la casa della Carne e del Ballo (Fleisch-und Tanzhaus), che era nata inizialmente come Municipio e fu poi adibita a rivendita di carni con salone da ballo al piano superiore. 

 Il Municipio gotico e il rinascimentale

 

L’ imponente facciata in pietra del Municipio fu realizzata dopo un incendio avvenuto nel 1501. Dell’antica costruzione è rimasta la parte gotica in bianco sulla destra.  Sulla torre campanaria si può salire per ammirare la città dall’alto. 

Herrngasse, Rothenburg 

 

La via sottostante è la Herrngasse, che nei secoli passati era la strada residenziale dei nobili. Percorrendola, ammireremo bellissimi palazzi, la fontana Herrnbrunnen,  una trecentesca chiesa francescana (Franziskanerkirche) e una casa-museo visitabile all’interno.  Uscendo dalla porta sulle mura, potremo raggiungere il Burggarten, un panoramico giardino dove nell’alto medioevo si trovava il castello imperiale, poi distrutto da un terremoto. 

 

All’inizio della Herrngasse si trova il negozio di Käthe Wohlfahrt, conosciuto in tutto il mondo per la vendita di addobbi natalizi. Il negozio è aperto tutto l’anno ed ha al suo interno il Museo del Natale.

Chiesa di San Giacomo 

 

Passando dal cortile sotto il Municipio si arriva alla Cattedrale di San Giacomo, la chiesa principale della città, che fu iniziata nel 1311 e terminata dopo 170 anni di costruzione.

Nei pressi si può visitare il Convento delle Domenicane del XIII secolo, le cui stanze ospitano il Museo della Città Imperiale (Reichsstadtmuseum).

Plönlein

 

Altro luogo caratteristico da vedere e molto fotografato, è il Plönlein, il punto d’incrocio di due vie sovrastate da torri di guardia. 

 

Si raggiunge prendendo la grande strada che dalla Marktplaz scende sulla destra, la Schmiedgasse. La via è piena di negozi di giocattoli, antichi ristoranti come la Baumeisterhaus, dalla facciata rinascimentale in pietra, e belle pasticcerie dove potremo provare le Schneeballen, delle specie di chiacchiere a forma di palla, speziate alla cannella o ricoperte di cioccolato e zucchero a velo.  

 

Proseguendo lungo il vicolo in discesa, superato il Plönlein, si giunge ad una strada panoramica che costeggia le mura e la valle del Tauber. Il luogo è molto piacevole per una passeggiata.

 

Rothenburg ob der Tauber è una tappa obbligata sulla Romantische Straße, l’itinerario tedesco della bellezza e dell’arte che dalla città di Würzburg arriva fino ad Augusta, per poi proseguire lungo l’antica via Claudia fino ad arrivare a Füssen, nei pressi delle Alpi.

Rothenburg ob der Tauber