Tellaro è un piccolo paese a pochi chilometri da La Spezia, nel comune di Lerici.

 

Panorami da sogno, vicoli stretti e case abbarbicate sulle rocce lo accomunano ai più noti borghi della costa delle Cinque Terre, che si trova a circa 20 km da qui.

Piazzetta IV Novembre

 

L’atmosfera a Tellaro è però più rilassata, meno turistica e affollata.

Le vecchie case multicolori con le facciate scolorite dalla salsedine, i giardinetti profumati di gelsomini, i tavolini dei ristoranti sulla piccola marina, ne fanno un luogo semplice, molto romantico e suggestivo. Ideale per il relax.

 

Tellaro si trova all’estremità orientale del Golfo dei Poeti, la baia che da Portovenere arriva a Lerici passando per La Spezia; un golfo magico che ha ispirato e affascinato numerosi artisti e letterati: Shelley, Lord Byron, Moravia, Montale, tutti innamorati di questi luoghi, selvaggi  e dolci.

Il Golfo dei Poeti

 

A Tellaro, nella baia detta di Fiascherino, ha trascorso diversi anni lo scrittore Mario Soldati, che aveva acquistato una villa immersa nella splendida vegetazione. La villa di Soldati, frequentata da una bellissima Stefania Sandrelli che vi soggiornava con il fidanzato Giovanni, figlio di Mario, è oggi affittabile per vacanze.

 

Nella cittadina ha vissuto per un anno, dal 1913 al 1914, lo scrittore inglese David Herbert Lawrence, “Lorenzo”, come lo chiamavano i contadini e i pescatori del borgo. Lawrence si trovava a Tellaro con l’amata Frieda, in una “casetta rosa di quattro stanze, a mezzo fra collina e mare”e qui ritrovò la tranquillità dell’animo che gli permise di scrivere uno fra i suoi romanzi migliori: The rainbow, L’arcobaleno.

 

Tellaro si raggiunge percorrendo la strada panoramica che da Lerici porta a Fiascherino. 

Vicoli di Tellaro

La piazzetta

 

Dalla piazzetta centrale si scende giù per i carrugi fino alla minuscola spiaggia.

Numerosi sentieri costeggiano la riva da entrambi i lati. Sulla sinistra il sentiero passa sotto l’abside della pittoresca chiesina di San Giorgio, sulla cui facciata è ricordata la leggenda del polpo che suonò le campane. 

Chiesa di San Giorgio

 

Secondo questo antico racconto, durante un’incursione dei pirati saraceni, un enorme polpo avvinghiatosi alla corda del campanile, mise in allerta la popolazione di Tellaro riuscendo a suonare le campane. 

 

Per raggiungere l’incantevole paese di Tellaro ci sono navette e autobus che partono da Lerici e La Spezia; nella stagione estiva è presente anche un servizio battelli via mare. 

Tellaro

 

I parcheggi sono pochi e il piccolo centro è esclusivamente pedonale.

Giungendo dalle autostrade le uscite giuste sono quelle di Sarzana e La Spezia.

Luoghiromantici.com

Luoghiromantici.com

Idee e informazioni per viaggiare