Il Ponte Vecchio è il più antico ponte di Firenze.

Esistente già al tempo dei Romani, fu distrutto da una piena dell'Arno nel 1333. Venne ricostruito nel 1345.

E' fiancheggiato da una doppia fila di botteghe che un tempo erano occupate dai macellai, i quali vi costruirono le stanzette superiori nel versante ad ovest.

 

Le stanzette sul Ponte Vecchio

 

Sopra al ponte, sul lato ad est, passa il Corridoio costruito dal Vasari nel 1565 per collegare il Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti, l’abitazione privata del Granduca Cosimo I dei Medici.

Il Corridoio, realizzato in meno di cinque mesi, è lungo quasi un chilometro e percorre in parte la Galleria degli Uffizi.

 

 Il Corridoio Vasariano

Il Ponte Vecchio visto dal Museo degli Uffizi

Il fiume Arno a Firenze

 

In seguito alla costruzione del corridoio, per volere di Ferdinando I dei Medici, sul ponte furono spostati gli orafi.

Ancora oggi le botteghe esistenti sul Ponte Vecchio sono occupate dagli orefici.

Al centro del ponte, nella terrazza che regala una bella vista sul fiume, si trova un busto in bronzo del celebre orafo fiorentino Benvenuto Cellini, l'autore del Perseo di Piazza della Signoria.       

Fu realizzato da Raffaello Romanelli nel 1901.

Museo degli Uffizi, Firenze

Firenze in breve

Firenze in breve

Tutte le informazioni